Home > Parlano di noi

Parlano di noi

1



20/10/2014

siamo sul sito www.monzaperibambini.it

Da qualche giorno è online un nuovo sito dedicato ai bambini da 0 a 13 anni, pensato per informare e valorizzare eventi o iniziative sul territorio di Monza e Brianza, la nostra Associazione è presente con un rubrica fissa "Bambini e animali".
Il link seguente è il nostro primo intervento educativo e preventivo su come comportarsi in presenza di un cane sconosciuto, buona lettura.
http://www.monzaperibambini.it/rubrica/bambini-e-animali/287-come-costruire-un-rapporto-stupendo-tra-bambini-e-cani.html
 

01/04/2010

Ogni vita è importante

CARLOTTA: trovata su un marciapiede di una strada costantemente percorsa da macchine, tutte indifferenti, tranne una. Quella giornata così orrenda per la piccola Carlotta, molto probabilmente investita da uno di quei giganteschi motori rombanti a 4 ruote, si è, infine, rivelata essere la svolta della sua vita.

Una donna forte, piena di coraggio e di determinazione, una donna che sa cosa vuol dire realmente rinunciare a tutto per inseguire un sogno, il sogno di regalare pace ed alleviare le sofferenze di cani e gatti sfortunati, ma con tanto amore da dare. Questa donna ha visto Carlotta con la coda dell’occhio, ma invece di tirare dritto per la sua strada come la maggior parte delle persone ha fatto, lei ha inchiodato la macchina, ha parcheggiato poco lontano da lei e l’ha soccorsa.


Carlotta era piena di sangue, le zampe posteriori erano quasi completamente staccate dal corpo e i suoi occhi grandi osservavano indifesi questa figura che sembrava proprio volesse aiutarla. Nei suoi occhi increduli c’era terrore, ma si lasciò andare fra le braccia di questa signora.
Carlotta si svegliò da un veterinario sul tavolo gelato dell’ambulatorio e sentì solo pronunciare queste parole “non c’è niente da fare bisogna sopprimerla”.


La donna non si arrese, rimise in macchina Carlotta e viaggiò fino ad un paese lontano dove operava un veterinario molto bravo, un veterinario che la conosceva da anni e che sapeva non si sarebbe mai arresa. Appena la vide, infatti, le chiese cosa volesse fare e senza esitare la donna, con voce calma e determinata, che non contemplava risposte negative, gli disse di rimettergli a posto le zampe.

Carlotta passò 8 mesi in ambulatorio: i primi mesi sono stati difficili, con le gambe piene di ferri e di punti, e la tentazione era quella di lasciarsi andare, ma tutti i giorni, alla stessa ora, la stessa figura che l’aveva raccolta per strada arrivava, la coccolava, la medicava, le parlava e le stava accanto. Quella era la sua forza, il suo nutrimento, la sua voglia di lottare per rimettersi e per contraccambiare tutto quell’amore.
Oggi Carlotta è una bellissima gatta sana di circa sei anni. È stata trovata il 16 aprile del 2004 quasi cucciola e quella data, che avrebbe potuto essere il giorno della sua morte, è ora un ricordo lontano, perché lei è viva e circondata da amore.

Carlotta ha tanti fratellini e tante sorelline ora, alcuni miagolano come lei mentre altri abbaiano, alcuni sono giovani e forti, altri vecchi e tranquilli, alcuni coccoloni, altri più schivi, ma tutti hanno provato l’amaro sapore della sofferenza. Hanno tutti una storia da raccontare, una storia triste, di abbandoni, di malattie “incurabili”, di vecchiaia, di indifferenza, di cattiveria...Ma hanno anche tutti ben scolpito nelle loro testoline una data, un giorno importante, il giorno in cui una persona veramente speciale ha deciso di prendersi cura di loro.

A questa persona, che preferisce rimanere anonima, va il nostro ringraziamento e il nostro sostegno.
L’anonimato è dovuto al fatto che, in questo mondo sbagliato, dedicarsi con tutte le proprie forze agli animali e capire che ogni singola vita è importante, appare una follia.
Eppure lei non chiede niente, non vuole niente, va avanti con la sua pensione e tiene costantemente aggiornata la cartella di ognuno dei suoi 50 gatti e di ognuno dei suoi 10 cani. Ha anche delle colonie feline nei comuni limitrofi dove si reca tutti i giorni per dare loro da mangiare. Ma non chiede niente.

Allora noi ci chiediamo e vi chiediamo: cosa c’è di sbagliato o di folle in tutto questo? Se, come noi, pensate che in tutto questo non ci sia errore, ma ragione e non ci sia follia, ma passione, allora sapete cosa si prova ad amare e ad essere amati da un amico a 4 zampe e capite benissimo perché ci adoperiamo per raccogliere fondi e cibo per loro.

Questo articolo l’abbiamo scritto per raccontarvi chi siamo, in cosa crediamo, per cosa lottiamo e chi cerchiamo, nel nostro piccolo, di aiutare. Questa, per tanto, non è l’emergenza del mese, ma l’emergenza di una vita: non vi chiediamo di dedicare la vostra vita agli animali, ma di sostenere, incoraggiare e soprattutto finanziare chi con grande coraggio ha saputo allargare le sue braccia così tanto da farci entrare un amore immenso.

Ogni vita ha un valore, ogni vita ha un significato, ogni vita va protetta ed amata.
 

14/09/2009

Aiutateci a trovare chi è stato

La casetta dei nostri gatti è stata distrutta
Da anni la nostra associazione si occupa di dare cibo e rifugio a una colonia di gatti che vive nei pressi del cimitero di Macherio.
Per aiutarli abbiamo costruito loro una piccola casetta che è ormai diventata per i nostri gattini un punto di riferimento, una casa.
Ieri pomeriggio questa casetta è stata trovata disfatta.
Già mesi fa era accaduta la stessa cosa, ma non ci siamo persi d'animo e abbiamo ridato ai gatti la loro piccola e indiscreta casetta.
Oggi vi chiediamo di aiutarci a trovare le persone che, non si sa per quale motivo, hanno compiuto e continuano a compiere atti simili.
I gatti randagi non possono essere tolti dal loro ambiente altrimenti morirebbe nel giro di qualche mese. Possono però essere aiutati e amati ugualmente evitando loro di girovagare in cerca di cibo e di un rifugio quando piove o fa freddo.
C'è però ancora qualcuno che non accetta la loro esistenza. Come associazione animalista non possiamo imporre alle persone di amare gli animali, ma possiamo lottare affinchè li accettino e li lascino vivere una vita dignitosa.
Chiunque abbia visto qualcosa inerente questa vicenda al cimitero di Macherio è pregato, anche rimanendo anonimo, di mandarci una mail info@amicideirandagi.it o di telefonare al 3386484815
Abbiamo bisogno del vostro aiuto perchè è importante che atti del genere non passino inosservati.
I gatti non possono fare molto, se non subire ingiusti attacchi, noi possiamo fare qualcosa e decidere di non chiudere gli occhi davanti a questi atti vandalici. Insieme possiamo aiutare i nostri gatti.
Ringraziamo fin da ora chiunque ci dia informazioni.

1